Gigi D’Alessio rischia il pignoramento della Mercedes McLaren

Gigi D’Alessio rischia il pignoramento della Mercedes McLaren

Ancora guai per il nostro Gigi D’Alessio che dopo l’accusa di rapina di un paparazzo a cui ha sottratto dei rullini con gli scatti che lo ritraevano e il fallimento del business con Giovanni Cottone (ex marito di Valeria Marini), ora deve difendersi dall’infamante accusa di “malpagatore”.

Gigi D’Alessio non ha pagato diverse auto della sua automobile sportiva Mercedes McLaren. L’automobile sportiva prodotta in serie limitata che ha un valore di 500mila euro è stata riportata al concessionario. La notizia ha destato scalpore in quanto il Giudice Civile ha accettato la richiesta della finanziaria per rivalersi sul patrimonio dell’artista e secondo quanto ipotizzato dai giornalisti, potrebbe addirittura pignorare gli incassi di un concerto.

L’automobile sarebbe stata acquistata nel 2007. Gigi D’Alessio avrebbe pagato 200mila euro in contanti aperto un finanziamento per la parte restante (300mila euro). In base agli accordi con la finanziaria le rate mensili avrebbero avuto un importo di 4.500 euro e quella finale di 276mila euro. Nel 2013, all’improvviso, il cantante partenopeo avrebbe smesso di pagare le rate, quindi la finanziaria ha aperto il contenzioso. Gigi D’Alessio ha raccontato al Giudice di aver restituito l’auto alla concessionaria nel 2014 ma ha dato ragione alla finanziaria.

I fan sono sicuri della sua innocenza e della buonafede con cui ha agito. Sulla pagina ufficiale di Facebook ha condiviso la canzone di Vasco Rossi “Sono innocente” preceduta da questo messaggio: «Da truffato a truffatore». Inoltre ha diffuso un video con la sua verità e ha invitato i giornalisti a leggere le carte prima di scrivere altrimenti: «A carn ‘a sotto e i maccarùne ‘a coppa».

Lascia un commento