Cantanti neomelodici e la Camorra (traduzione articolo CNN)

  • Post category:News
  • Post comments:2 commenti
Condividilo con i tuoi amici!

I cantanti neomelodici fanno parte della criminalità organizzata (Camorra) secondo la CNN

Giorno 23 Marzo 2011 sul sito della CNN è stato pubblicato un articolo, il quale titolo originale è “Popular Italian pop stars born of organized crime“. Molti di voi non sapranno tradurre neppure il titolo ( “Popolari pop stars italiani nati dalla criminalità organizzata” ) per cui vi ho riportato la traduzione della maggior parte dell’articolo.

Cos’è la CNN?

Prima di iniziare con la traduzione è bene capire cosa sia la CNN.

La CNN (Cable News Network) è un’emittente televisiva statunitense, visibile in tutto il mondo tramite la parabola.
Un canale televisivo di tutto rispetto se pensiamo che sia tra le più importanti reti del mondo. L’articolo qui sotto è stato pubblicato nel loro sito.

Cantanti neomelodici e Camorra

Traduzione articolo (fonte CNN)

Titolo originale: Popular Italian pop stars born of organized crime

Popolari pop stars italiani nati dalla criminalità organizzata

Chiedete a qualsiasi italiano cosa gli viene in mente quando pensano a Napoli, e quasi sicuramente otterrete le stesse tre cose ogni volta: pizza, spazzatura per le strade e il più potente internazionale criminale del mondo “la camorra“.

La camorra non si occupa solo di attività illegali come il traffico di droga e di armi, estorsioni e contrabbando, ma in aggiunta controlla una quantità enorme di leggi, le imprese – soprattutto nel settore dei trasporti, la costruzione e la gestione dei rifiuti, così come in quasi ogni sfera economica in cui si trova l’opportunità di investire.

La camorra ha distrutto un’intera città ed è probabilmente la più grande emergenza criminale in Europa. E ‘certamente la più grande organizzazione del territorio del sud Italia. All’interno di questa realtà, un genere musicale distintivo è salito alla ribalta negli ultimi due decenni: neomelodicismo.

La musica neomelodica è una strana miscela di techno, pop, musica latino-americana e tradizionali canzoni d’amore napoletane. Si tratta di una forma del tutto singolare e del tutto bizzarro di musica che, i suoi detrattori e critici dicono, è generalmente eseguita da ex-criminali che sono diventati menestrelli della camorra.

[…] Questo esercito di cantanti racconta storie d’amore trovato e perduto, la criminalità che li circonda, i sogni di successo e di fuga e di scappare via dalla legge.

Di età compresa tra 8 / 80 anni, i neomelodici eseguono fino a 700 concerti all’anno, tra matrimoni e feste di compleanno, a volte i più grandi eventi nella vita di un napoletano.

Anche se sono molto popolari nella loro comunità, spesso sognano di entrare nelle classifiche di musica a livello nazionale, ma la loro associazione per la camorra li ha tenuti margini. Forse questa nuova generazione di cantanti neomelodici sta per cambiare tutto questo.

Questo che hai appena letto era l’articolo tradotto che è stato pubblicato nel sito della CNN.

Video correlati all’articolo

Ma ti mostro anche i video correlati all’articolo. Alcune parti sono in inglese.

 

Il giornalista italiano di musica Federico Vacalebre dice “Nessuno sapeva come definire questa musica, in un libro mi sono imbattuto in questa parola che era neomelodico“. (La traduzione che hanno scritto per questa frase è tutto un programma!).

Nando Mariano dice:
Forse è giusto… come esiste la musica folk, la musica punk… noi facciamo la musica neomelodica… I neomelodici sono quasi tutti concentrati sull’amore, però ogni tanto il tema sociale di Napoli esce sempre un po’ fuori… Finchè tu parli da Roma in su si vive, ma quando parli da Roma in giù si sopravvive. Noi non abbiamo un diploma, non abbiamo studiato, non abbiamo niente“.

Articolo originale


Condividilo con i tuoi amici!

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Alice

    La droga esitirá mentre abbia gente che la compra per consumo…io non vedo male ai cantanti neomelodic, mi piace questa musica e non sono napoletana.Stati Uniti…per favore….non hanno morale per criticare nulla.

  2. Cinzia Fi

    Anche io non sono “campana” ma conosco il genere neomelodico perche’ mi piace ascoltare ogni genere di musica. Se la “camorra” ha le mani in pasta ovunque e’ un effetto dello “Stato” e di chi ci ha sempre governato (destra o sinistra) fregandosene o peggio ancora facendo affari con essa. Perlomeno questi artisti cantano e non spacciano ne’ rubano ne’ ammazzano…..e sono una fonte di lavoro e smuovono l’economia locale. L’America ….guerrafondaia ci fa la morale???? MAPEPPIACEREEEEEEE

Lascia un commento