i Hai barato - Testo Gianni Celeste - MusicaNapoli.org

Hai barato testo di Gianni Celeste

Hai barato

mi hai fatto credere che ti eri innamorata
‘ca senza catene t’ire ‘ncatenate
ma stu core, sti penziere ll’e’ ‘mbrugliate,
hai barato…
mi hai fatto credere a una storia inesistente
io campavo sulo ‘cu stu sentimento
tu giocavi a carte ed ero il tuo perdente,
hai barato…

sto cammenando e chiove ‘ncuollo ‘a mme
nun tenghe ombrello tengh’ voglia ‘e te
nu cane stanche viene appriess’a mme
pare che chiagne sulo a me vere’.
pareno uguale sti strade e sta notte
‘e dint’e passe ‘o rummore de’ scarpe
accummoglie stu core ch’allucche.
sto cammenando e sento ‘ncuollo a mme
sta pioggia fredda tale e quale a tte
e so arrivate a casa senza ‘e te,
nun ce staje cchiù

mi hai fatto credere che ti eri innamorata
‘cu nu vase, ‘na bucia tu m’è lassate
senza scuse e me tu te ne sei fregata
hai barato…
mi hai fatto credere a una storia a lieto fine
ma è rimaste sulo stu protagonista,
tu la prima donna brava a recitare
hai barato…

sto cammenando e chiove ‘ncuollo ‘a mme
nun tenghe ombrello tengh’ voglia ‘e te
nu cane stanche viene ‘a priesse ‘a mme
pare che chiagne sulo a me vere’.
pareno uguale sti strade e sta notte
‘e dint’e passe ‘o rummore de’ scarpe
accummoglie stu core ch’allucche.
sto cammenando e sento ‘ncuollo a mme
sta pioggia fredda tale e quale a tte
e so arrivate a casa senza ‘e te,
nun ce staje cchiù

‘a rrape ‘a porta
e sento ‘a voce toja che dice ciao,
è proprio ‘o vero
la donna… ti frega sempre!