Crisi esistenziale testo di

Chi sono io per sentirmi un Dio,
e chi sei tu per decidere,
chi siamo noi non lo sapremo mai,
ma certo stà che non siamo eroi,
il mondo và consumandosi,
la terra è ormai fuoco e cenere,
la gioventù non lavora più,
l’economia non produce…

[RIT]
Fermati, non commettere altri danni,
basta mettersi nei panni,
di chi ha perso ogni ragione,
e vorrebbe qualcosa di più,
ritrovando quei valori,
qui si muore per un niente,
tutti sanno ma si mente,
e la gente non ce la fà più…
a pagare gli errori di chissà,
a parlare di cose che non sà,
non c’è più senso di dovere e senso di moralità,
non c’è vita che possa togliere
il diritto di vivere perchè,
ogni anima è un dono e va vissuta
è un’opportunità…

Chi sono io fra miliardi noi,
sembriamo ormai solo numeri,
e chi sei tu che hai sete di potere,
che pensi di dover comandare,
e non è mai tardi per cambiare,
la libertà sta anche nello sperare,
il mondo è libero di amare,
e lo si fà senza guerre…

[RIT]
Fermati, non commettere altri danni,
basta mettersi nei panni,
di chi ha perso ogni ragione,
e vorrebbe qualcosa di più,
ritrovando quei valori,
qui si muore per un niente,
tutti sanno ma si mente,
e la gente non ce la fà più…
non ce la fa più…

Noi siamo una generazione,
che non sà più dove andare,
colpa di una confusione,
che ci porta a sbagliare qui c’è…
crisi esistenziale…
crisi esistenziale…
crisi esistenziale

Vuoi modificare questa pagina?

Hai trovato un errore o vorresti suggerire una modifica?

Aiutaci a migliorare