È una maledizione testo di Emiliana Cantone

Cerca un testo

È una maledizione

Solo indifferenza provo ormai
Si rieste oppure te ne vaje
Pe me è a stessa cosa, ossaje
Nun sento cchiù dulore e pò
Accummincia tutto ‘o cape
A me verè ancora spugliata
Nun voglio fa cchiù ammore no!
Io m’aggio ‘mparate ‘a cancellà
‘E cattiverie ca saje fa
E Nun me fanno niente cchiù
E lacreme che chiagne tu
Si l’emozione se ne va
Nun riesce cchiù a me fa tremmà
Nemmeno si m’abbracce mò.

È una maledizione
ma tun te saccio odià
Che brutta delusione
Ca me sapute da
Nun me sapive accarezzà
Quanne venevo a te cercà
Comme ‘na freva
me sì passato.

È una maledizione
Si torno ‘nzieme a te
Pecchè Nun me fa bbene
‘O male ca faje a me
Sti cose me le date tu
E Nun te l ‘e pigliate cchiù
E me ‘mbarat
a deventà cattiva comm’a te.

Nun tenesse cchiù rispetto e me
Si riturnasse ‘nzieme a te
Nun può cagnà tu sì Accussì
Si bravo sule e fa murì
E Nun me fanno niente cchiù
E cose ca me dice tu
Io Nun e sento manco cchiù

È una maledizione
ma tun te saccio odià
Che brutta delusione
Ca me sapute da
Nun me sapive accarezzà
Quanne venevo a te cercà
Comme ‘na freva
me sì passato.

È una maledizione
Si torno ‘nzieme a te
Pecchè Nun me fa bbene
‘O male ca faje a me
Sti cose me le date tu
E Nun te l ‘e pigliate cchiù
E me ‘mbarat
a deventà cattiva comm’a te.

banner